Il Channeling

La realtà del channeling che conosco io è per molti versi molto semplice, quasi quotidiana.

In italiano il termine “canalizzare” deriva da un contesto agricolo: significa modificare un corso d’acqua trasformandolo in canale per l’irrigazione o la navigazione.

La canalizzazione per come io la vivo è proprio questo: il contatto con il flusso delle energie dentro e fuori di noi, che dallo spirito discende nell’anima e prende forma nel pensiero, nell’azione e nella parola.

A cosa mi può essere utile una sessione di channeling?

Il channeling è una risorsa per trovare centratura, soluzioni, connessioni. Per avere un consiglio esterno alla mente e al suo giudizio, ma centrato sulla frequenza dell’anima.

Con la canalizzazione si accede ad un sapere antico e intrinseco a noi, slegato da credo, etica o definizioni.

Semplificando, si potrebbe dire che la canalizzazione è un contatto sicuro e autentico, privo di aspettative e pregiudizi, attraverso cui ritrovare e attivare risorse che da sempre ci appartengono, ma a cui non siamo abituati a prestare orecchio o attenzione.

In cosa consiste una sessione di channeling?

Possiamo fare una sessione di channeling sia di persona che online, la durata dell’incontro è circa 90 min. Si procede in modo interattivo, individuando insieme la tematica e le domande che andremo a porre, lasciando sempre ampio spazio a domande e condivisione.

Come procedere per richiedere una sessione di channeling individuale?

Per richiedere informazioni, puoi telefonarmi o andarmi un messaggio al numero: 3460103401.
Mi chiamo Elisa e mi trovi sia su Whatsapp che su Telegram. Mi raccomando, non sentirti in imbarazzo a contattarmi: mi fa piacere sentirti! 🙂

…o se vuoi mandami una messaggio con questo form, così ti ricontatterò io!

    Leggi anche: “Domande frequenti sulla canalizzazione”

    1 Febbraio 2019