La fine di un’Era

Ho iniziato a (ri)leggere questo libro a Marzo.

Eravamo proprio alle soglie del lockdown, ancora non avevamo questa infame familiarità con la mascherina, la paura si ingrossava e per (più di) qualcuno saliva oltre l’argine. Maturava l’idea di fare la ginnastica in diretta al mattino. Si gettavano i semi della newsletter dell’Accademia. Ci si chiedeva quanti giorni (!) ancora le scuole sarebbero rimaste chiuse e quante settimane si sarebbero potute ottenere di smart-working. C’erano code di diverse centinaia di metri davanti ai supermarket.

Ho iniziato rileggere questo libro perché parla della fine di un’era e l’inizio di una nuova. Probabilmente immaginare degli Hobbit attraversare una terra vasta e per gran parte ostile mi consolava, faceva sembrare meno spaventoso quel che si muoveva fuori e dentro… ma non solo. Il principale motivo credo fosse il bisogno di specchiare in una metafora il cambiamento che sentivo (e sento) muoversi sopra e sotto la Terra. Covid o non Covid, da tempo sentivamo (tutti, ognuno a suo modo, da svegli o nei sogni) gonfiarsi una trasformazione. Sociale, spirituale, personale, globale… da tempo la sentivamo li, appena oltre il velo.

Non tutto è affascinante come la Terra-Di-Mezzo. Tantomeno è lineare come un viaggio da ovest a est, con un obiettivo ben definito come distruggere un Unico anello malvagio… ma tant’è, è “Il signore degli anelli” una delle metafore che mi ha accompagnata in questi mesi.

Ho letto l’ultimo capitolo la sera del 13 Agosto. Trovo meraviglioso che la conclusione di un’avventura tanto epica sia lasciata proprio alle parole del fedele, semplice, gentile Sam. Forse di tutti i personaggi il più “umano”. Dopo scontri, dilemmi, avventure, magie, terrori, amori… dopo trasformazioni che hanno scosso il mondo piccolo e grande di ognuno, il cerchio si chiude. Le ultime righe si chiudono con il suo rincuorante “Sono tornato”.
Risveglia la speranza nel cuore.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.