Ho chiesto a un albero se dovrei avere paura del Coronavirus

Ho chiesto a un albero se dovrei avere paura del Coronavirus.

L’ho chiesto mentre passeggiavo nella foresta lombarda, nel week end quando si parlava di chiudere le scuole e i negozi.

La risposta:

“Se io mi DISTRAGGO, se per troppo tempo mi DISCONNETTO dal bosco, dalla montagna, dalla Terra, dagli animali e dal vento…

Se io mi ABBANDONO AL VIAGGIO nella visione, e per troppo tempo mi unisco ai fiori, alle rocce, alle voci degli umani…

Se io mi DIMENTICO per troppo tempo di me e del presente, della Terra e del mio ruolo…

Allora io MUOIO.

Mi colpirà il fulmine, o mi attaccheranno i parassiti, o le mie radici si indeboliranno e cadrò. Oppure un uomo mi taglierà.

DOVRESTI AVERE PAURA, si.

Perché questo è il primo passo per essere PRESENTE sulla Terra. È la NECESSITÀ che mette in moto l’ATTENZIONE.

Che sia un virus o un maremoto o un malessere… che importa? Io non ho più paura del fulmine che del vento che delle frane… Io so solo che ogni stimolo/paura mi RICORDA di ESSERE PRESENTE.

DOVRESTI AVERE PAURA, si.

E saper ANDARE OLTRE

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.